CAMPI DI VOLONTARIATO

Ogni anno migliaia di giovani e meno giovani fanno una scelta di responsabilità, impegno civile, formazione e lavoro volontario decidendo di trascorrere parte della loro estate sui terreni e i beni confiscati alle mafie, affidati dallo stato e dai Comuni alle cooperative sociali ed alle associazioni che a vario titolo e con progettualità diverse li gestiscono.

L’obiettivo è quello di promuovere la cultura della legalità, della partecipazione attiva e democratica alla vita sociale, dell’impegno morale e materiale finalizzati al contrasto del malaffare, della violenza e della prevaricazione.

Tenendo sempre presente quello che è il fine ultimo del progetto “Da cOsa nostra a cAsa nostra“, cioè la restituzione alla collettività del bene confiscato, anche i volontari dell’Associazione Castello Libero e i progettisti hanno voluto inserire la casa di C/da Crociferi all’interno di uno dei più grandi ed importanti circuiti di campi di volontariato estivi a livello nazionale ed internazionale, ossia quello di Libera, Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie denominato “E!state Liberi“.

 

Tante emozioni, sorrisi, pianti, sguardi intensi e sinceri di amicizia e lealtà verso i propri compagni, in una terra martoriata che giorno dopo giorno elabora il suo lento ma inesorabile riscatto, grazie al lavoro incessante e disinteressato di tanti giovani e adulti, che hanno fatto della memoria e dell’impegno il loro credo quotidiano.