INCONTRO SUL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI E CONSEGNA ATTESTATI PER I CORSISTI

Si è svolto il 29 aprile scorso un incontro presso il bene confiscato sul tema del “Riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie”, organizzato dall’Associazione Castello Libero ONLUS.

L’incontro voleva essere un momento di sensibilizzazione e confronto sulla tematica dei beni confiscati e soprattutto sul loro riutilizzo per finalità a sfondo sociale. A prendere la parola durante l’incontro e a dare la loro testimonianza Giacomo Messina, presidente della Calcestruzzi Ericina Libera di Trapani, Vito Mazzara, agronomo della Cooperativa Rita Atria-Libera Terra di Castelvetrano, Roberto Dominici, responsabile della Cooperativa Spazio Libero che opera a Castellammare e Antonino Maniaci, presidente dell’Associazione Castello Libero ONLUS.

L’occasione ha dato la possibilità ad ognuno degli intervenuti di raccontare la propria esperienza nella gestione di un bene confiscato alle consorterie mafiose e oggi reimpiegato per creare ricchezza etica e posti di lavoro oppure per restituirlo alla cittadinanza.

Durante l’incontro sono stati anche consegnati gli attestati di partecipazione ai corsisti che hanno completato i primi corsi di formazione presso il bene, organizzati nell’ambito delle attività previste dal progetto “Da cOsa nostra…a cAsa nostra”. Grazie ad una partnership sottoscritta con l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Piersanti Mattarella” di Castellammare del Golfo, tali attestati saranno spendibili ai fini dell’accumulo di crediti formativi extrascolastici per il bonus finale agli esami di stato.IMG_3918        IMG_3917

Qui la fotogallery completa